I 14 comandalenti

I nostri primi 14 comandalenti, per trovare la velocità giusta nella vita

1) Svegliarsi 5 minuti prima del solito per farsi la barba, truccarsi o far colazione senza fretta e con un pizzico di allegria.
2) Se siamo in coda nel traffico o alla cassa di un supermercato, evitiamo di arrabbiarci e usiamo questo tempo per programmare mentalmente la serata o per scambiare due chiacchiere con il vicino di carrello.
3) Se entrate in un bar per un caffè:ricordatevi di salutare il barista, gustarvi il caffè e risalutare barista e cassiera al momento dell'uscita(questa regola vale per tutti i negozi, in ufficio e anche in
ascensore)
4) Scrivere sms senza simboli o abbreviazioni, magari iniziando con caro o cara...
5) Quando è possibile, evitiamo di fare due cose contemporaneamente come telefonare e scrivere al computer...se no si rischia di diventare scortesi, imprecisi e approssimativi.
6) Evitiamo di iscrivere noi o i nostri figli ad una scuola o una palestra dall'altra parte della città
7) Non riempire l'agenda della nostra giornata di appuntamenti, anche se piacevoli, impariamo a dire qualche no e ad avere dei momenti di vuoto.
8) Non correte per forza a fare la spesa, senz'altro la vostra dispensa vi consentirà di cucinare una buona cenetta dal primo al dolce.
9) Anche se potrebbe costare un po' di più, ogni tanto concediamoci una visitina al negozio sottocasa, risparmieremo in tempo e saremo meno stressati.
10) Facciamo una camminata, soli o in compagnia, invece di incolonnarci in auto per raggiungere la solita trattoria fuori porta.
11) La sera leggete i giornali e non continuate a fare zapping davanti alla tv.
12) Evitate qualche viaggio nei week-end o durante i lunghi ponti, ma gustatevi la vostra città, qualunque essa sia.
13) Se avete 15 giorni di ferie, dedicatene 10 alle vacanze e utilizzate i rimanenti come decompressione pre o post vacanza.
14)Smettiamo di continuare a ripetere:"non ho tempo". Il continuare a farlo non ci farà certo sembrare più importanti.

 

... e i 7 comandalenti in cucina

 

1) Il cibo è la tua prima medicina: insegna Ippocrate... crediamoci!

2) La poesia del cibo inizia quando facciamo la spesa: scegliamo prodotti di stagione e di qualità. Se vogliamo risparmiare diminuiamo la quantità: che è anche un'ottima scelta per controllare colesterolo e peso.

3) E' scientificamente provato che l'acqua non bolle prima se continuiamo a osservarla: quindi senza fretta appassioniamoci alla preparazione della nostra cenetta e apparecchiamo con cura la tavola, un fiore?

4) Utilizziamo tutti i nostri sensi per godere dei singoli ingredienti: la vista, il tatto, l'olfatto, il gusto ... anche l'udito (i rumori della cucina fanno tanto casa e calore!).

5) Gustiamo ogni forchettata e ogni piccolo sorso di quel vino che, anche se da incompetenti, avremo scelto con amore e cura.

6) Evitiamo il "due in uno"! Se mangiamo non telefoniamo, se telefoniamo non mangiamo.

7)Non precipitiamoci ... il cinema, la lavastoviglie, l'ultimo ritocco al computer, ecc. aspettano

Comments

Vivere la vita

Correndo come la tartaruga, che filava come un treno, una gran botta ho dato e son caduto. Adesso son coscente delle cose che perdevo il buon giorno e la buona sera dei miei figli, un sorriso, un momento in compagnia, un bacio e una craezza di mia moglie. Voglio vivere la vita da attore protagonista del mio tempo e non essere una comparsa che passa e scappa via. Non cerco la felicità, sensazione breve ed effimera, cerco solo la serenità lenta e carezzevole. Voglio vivere ogni giorno guradando il sole che sorge al mattino e seguirlo passo passo sino all'ultimo istante in cui sparisce e dire sorridente "ho vissuto pienamente un'altro giorno" Un augurio a tutti di buona vita Massimo

buona vita

Buonissima vita a te Massimo! Godersi quello che abbiamo intorno a noi è secondo me il modo migliore oer cercare la nostra serenità... Un abbraccio e grazie per aver condiviso i tuoi pensieri con noi!

Fai da te

Impariamo / mettiamo in pratica il fai-da-te perché ci obbliga a trovare il tempo per farlo. Io da qualche tempo a questa parte, ad esempio, sto imparando a preparare alcuni semplici prodotti alimentari in casa: lo yogurt, il burro, la ricotta... Oltre a dare una soddisfazione enorme, ed essere piú salutari dei prodotti acquistati giá pronti, il fai-da-te ci fa capire il valore intrinseco delle cose e del lavoro umano, e innesca un circolo virtuoso: piú ne fai, piú ne vorresti fare. Inoltre, il fai-da-te inibisce la voglia di fare shopping compulsivo, vale a dire di spendere per il puro piacere di farlo, piú che per esigenza in sè. Provare per credere!

Però le ore sono 24

Vivere con lentezza è bello e riposante, però le ore sono 24, ed arrivo al nocciolo della questione. Lavoro in un capannone lungo la tangenziale: da casa sono 15 minuti di automobile o 75 di mezzi pubblici È più “slow” andare al lavoro con i mezzi pubblici, tornare a casa alle 19:30 e tirare fuori qualcosa dal congelatore od andare al lavoro in automobile, tornare a casa 2 ore prima e fare il pane in casa?

senza se e senza ma la

senza se e senza ma la seconda: magari oltre al pane riesci a fare anche una bella chiacchierata con tuo marito/amica/figlio

Innanzitutto la cosa che

Innanzitutto la cosa che dovresti fare è non scrivere stupidaggini poichè è praticamente impossibile che con i mezz pubblici impieghi 1 ora in più rispetto all'auto anche contando il tempo speso per aspettare il mezzo in questione (e dovresti comunque tenere conto del tempo che impieghi per parcheggiare, per equità)....

Caro Anonimo, come fai a

Caro Anonimo, come fai a criticare Marco senza sapere dove abita? Io vivo a Roma: 6,5 km casa-ufficio con l'auto+traffico+parcheggio 30 minuti. Gli stessi con i mezzi (devo prendere addirittura 2 linee diverse) 1h e 20minuti. La prossima volta prima di criticare vivi con la filosofia della lentezza: leggi, pensa a quali possono essere i vari motivi, documentati e poi rispondi... il tempo è nostro amico!

io voto per l'automobile,

io voto per l'automobile, magari organizza un car sharing, dai uno strappo a qualcuno se puoi, condividi il mezzo.

Che cos'è slow?

Fondamentalmente la "lentezza" dovrebbe essere una filosofia di vita finalizzata ad individuare degli spazi e dei tempi, sia individuali che collettivi, utili al godimento dell'esistenza in armonia con le aspirazioni individuali.Di per sè "lentezza" è utilizzato per evidenziare che la velocità (riduzioni dei tempi necessari al raggiungimento di un determinato scopo) si è dimostratata generalmente dannosa e controproducente. Come declinare la lentezza nell'ambito della propria esperienza non è generalizzabile ma dipende dalle sensibilità e particolarità della singola persona. Tornare a casa prima per godersi il proprio tempo libero non direi che è classificabile fra le attività stressanti.

l'acqua non bolle se la

l'acqua non bolle se la guardiamo... ma pure la macchinetta del caffè non dà segni di vita finché sto lì ad osservarla :P appena me ne vado in un'altra stanza, il caffè sale e finisco per bruciarlo sempre! come devo fareee!

Usa l'udito: il caffè che

Usa l'udito: il caffè che sale si sente anche da un'altra stanza!

fai più attenzione e occhio a

fai più attenzione e occhio a non bruciarti anche LU dito!

Usa l'udito: il caffè che sale.....

... si sente anche da un'altra stanza!.... se hai un buon udito!!! A volte anche piccole carenze fisiche, come l'ipoacusia (di cui io soffro da anni) ti fanno correre, per esempio, a rispondere al citofono perchè ... ti pare di aver sentito suonare e magari, invece, era un suono simile, proveniente dall'esterno. Oppure pensi che qualcuno in famiglia ti stia cercando e quando arrivi nell'altra stanza per rispondere, ti accorgi che l'altro sta tranquillamente chiacchierando al telefono, mentre tu non avevi neppure sentito il telefono squillare. E come questo mio piccolo problema, tanti altri possono essercene. Ciò non toglie che il "rallentare quando possiano" è soprattutto un atteggiamento dello spirito che io condivido appieno e che vorrei consigliare a tutti. Faccio parte di un gruppo di lettura. Al prossimo incontro parlerò di questa bella inziativa, di cui sono venuta a conoscenza per caso solo oggi.

il decidere

La bellezza di poter "decidere", ovvero la meravigliosa opportunità di essere noi a decidere per "noi". Evitare che la società dei consumi entri nella nostra vita e scelga per noi. Meno vestiti firmati, meno grandi auto costose, meno cellulari, ecc. Riscorpriamo il piacere di stare "insieme", di scrivere una lettera su carta, di leggere un libro in santa pace, di ascoltare musica con attenzione ...riprendiamo la nostra vita nelle "nostre" mani ...!!!

proposta

mi piacerebbe affermare questa mia tensione alla lentezza, in particolare quando guido l'auto e cerco di rispettare i limiti di velocità e le auto dietro mi rampano addosso frettolose: non esiste un bell'adesivo da esporre sul lunotto posteriore con la scritta IO VADO PIANO oppure IO RISPETTO I LIMITI oppure ELOGIO ALLA LENTEZZA o qualcosa di simile???

Dipende da quanto tempo hai

Dipende da quanto tempo hai per fare ciò di cui hai bisogno per campare. In linea di massima quelli che come te vanno piano e sostengono di farlo per rispettare i limiti di velocità (ma fammi il piacere!!) inrealtà lo fanno perchè sono di natura dei "bastian contrario" e lo impongono agli altri nel modo più fastidioso. Di fatto, vanno piano solo perchè devono alternativamente o contestualmente: - parlare al cellulare (di cazzate lente, ovviamente); -scrivere un messaggino (ma lentamente, però...); - guardare/ascoltare- o semplicemente far finta di far tutto ciò (perché è molto figo!!)- i-pad, i-pod e i -minchia vari. Di fatto, l'ostentazione della lentezza a chi invece ha furia ha il solo risultato di far incazzare la gente che invece ha furia e/o, nella migliore delle ipotesi, provocare una riflessione esattamente contraria a quella che si vorrebbe indurre.

proposta

In occasione di un viaggio in Francia, anni fa, seguivo un auto che aveva esposto, sul lunotto posteriore, un cartello che traduco così : PASSA PURE. NOI SIAMO IN PENSIONE E PURE IN VACANZA!... Non sempre io sono in vacanza, ovviamente, ma in pensione da anni, sì... ! E questa frase la rivolgo regolarmente a tutti quelli che cercano di "passare davanti a me" quando sono in coda (uffici pubblici, posta, supermercato, ....)

Esiste!

Esiste eccome, qui da noi in Svizzera, almeno. Si chiama "Slow down, take it easy". Vai sul sito: http://www.slow-n-easy.ch/it/slowdown/index

Guida

D'accordo senz'altro, ma sono anche fiero di spostarmi appena possibile per lasciare libreo il passo a chi vuole correre. Dopo posso guidare con più serenità

ho sonno e me ne vanto

Quando rallento in ufficio mi guardano male e pensano che non sto lavorando. Quando in ufficio mi pongono contemporaneamente tre domande, contemporaneamente non rispondo a nessuna e li guardo a tutti in faccia. Quando per strada sono in ritardo per un qualsiasi motivo, rallento un pochino, tanto sono in ritardo. Propongo di fare una S.p.A. per composta unicamente da persone che rallentano e che producono servizio per persone in cerca di rallentamenti. Cercasi fiancheggiatori per l'idea. Saluti quieti a tutti.

Lentezza

Ciao,ho letto il tuo commento (anche se un po' datato) e anche io ho notato che quelli che fanno e vanno con calma passano per gente che non ha voglia di fare nulla,che non ha voglia di lavorare e disadattati,ma io ne ho molto le scatole piene di fare questa vita sempre di fretta e da un po' di tempo ho deciso di cambiare vita - o almeno di provarci - cercando proprio di fare cose e scelte orientate a questo stile di vita. Se mi vuoi contattare per scambi opinioni la mia mail è: nicol1741@yahoo.com.

lentezza e TV

Rispetto al comandamento n°11 proporrei un emendamento: fate a meno della Tv, del tutto. Scoprirete di avere il tempo per leggere il giornale o libri, giocare con i vostri figli o parlare con le persone con cui vivete. Chi vive solo scoprirà il gusto di cenare seduto ad unl tavolo apparecchiato, con calma, per poi uscire e incontrare persone, fare cose...

ben detto

ben detto zanndrea...perfettamente daccordo...

guadagno

Ho sempre cercato di ottimizzare i tempi correndo ed affannandomi per guadagnare cosa? Qualche minuto al massimo! Ho finalmente imparato che questo impegno non serve a niente, se non ad aumentare il tuo stress.

colpa degli americani

time is money, ci hanno inculcato gli americani. a me però viene in mente Alberto Sordi e la mostaada... meglio gli spaghetti ajo e ojo... non so se mi spiego.

Eppure ti assicuro che nelle

Eppure ti assicuro che nelle mie numerose esperienze negli USA ho trovato una migliore capacità di andare "lenti" e di gustarsi le cose. E' sorprendente. Ma dobbiamo stare attenti ai luoghi comuni.

USA

Infatti, spero ardentemente che i giovani USA di " siamo il 99%" possano contagiare tanti altri giovani nel mondo, e non per desiderio di protagonismo

LENTI SUL LAVORO

La lentezza sul lavoro è molto preziosa, a volte. Io la intendo anche come ...pensare prima di agire, contare fino a 3 prima di sentirsi preda degli eventi, così li affronti meglio...Guardi, osservi qualche istante l'insieme degli eventi e poi agisci. Fermarsi sui particolari facendosi ingoiare da essi emotivamente, nel qui ed ora, ti fa perdere il contatto con la realtà e ti porta, alla lunga, allo stress. Altra lentezza è l'ascolto dei nostri interlocutori...Non ci si ascolta mai veramente perchè si è portati a voler subito dira la nostra, a parlare di noi..ci si interrompe..che peccato e che nevrosi , talvolta...

nevrosi

quella di dire la propria opinione è una nevrosi. nel senso che la vogliamo dire a tutti i costi e anche a sproposito. la tv insegna che non devi farti calpestare i piedi, calpestando noi prima i loro. chiaramente sono tutte fesserie, ma molti ci credono e diventano portatori malsani di nevrosi. io sul lavoro ho fatto tentato di fare capire che vado coi miei tempi. naturalmente hanno capito quello che volevano capire... e allora ciccia!

punto 5) io non mangio di

punto 5) io non mangio di fretta, solo che a casa mia c'è un clima un po' teso. Non ho un bel rapporto con il cibo ma non credo sia questa la sede adatta per parlarne;

punto 6) (quasi) mai fatto

 

punto 8, che non esiste...) mi piace tutto ciò che leggo, che vedo, tutta la fantasia e il lavoro che ci avete messo. Grazie.