Alla scoperta delle persone del nostro territorio: Giorgia, enologa della Cantina di Vicobarone - Vivere con Lentezza -

Alla scoperta delle persone del nostro territorio: Giorgia, enologa della Cantina di Vicobarone

09/15/2017 - 15:15

Che cosa ha fatto decidere Giorgia Brugnara, formatasi alla San Michele all'Adige, a lasciare le sue montagne e un'azienda come la Cesarini Sforza di Trento, per venire in Val Tidone e diventare l'enologa della Cantina di Vicobarone?
“La voglia di riprogettare, la schiettezza delle persone e la particolarità del territorio, con colline che cambiano in continuazione, ricoperte di vigne e con tanta bellezza nel paesaggio”.
Il poter lavorare con vitigni in buona parte autoctoni la eccita e muove la sua fantasia in direzione di un'ulteriore valorizzazione di quanto fatto fin ora. “Qui il 90% è DOC, un patrimonio immenso”.
Così non le pesa che la sua prima vendemmia sia per certi versi complessa: una qualità indubbiamente eccellente in un'estate così poco piovosa: “Quello del clima è un tema con il quale dovremo continuamente misurarci, è innegabile, dobbiamo essere pronti a scelte di cambiamento. Se avremo successo magari riusciremo ad attrarre nuovi giovani al lavoro della terra, come sta accadendo in altre parti d'Italia e a preservare l'enorme tesoro di conoscenza che qui è custodito”. 
Da aprile conduce una vita in parte monacale, in un appartamentino all'interno dell'azienda (che le consente di vedere tramonti meravigliosi) e in parte da pendolare per tornare a casa a ritrovare i suoi due figli e il marito.
Le sfide che la aspettano non sono poche, la Cantina non deve solo fare del buon vino, ha anche una responsabilità sociale e territoriale enorme e deve riuscire a rimettere al centro il contadino che è il perno di tutta l'economia del vino, migliorandone la remunerazione. 
Qui ha trovato competenza, tanta voglia di fare oltre a consolidate collaborazioni con il mondo della ricerca e dell'università, con progetti di sostenibilità. Le premesse per un cammino ricco di soddisfazioni ci sono. Buon lavoro Giorgia!

Aggiungi un commento

CAPTCHA
Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.
Meditazione di Novembre e Dicembre - Vivere con Lentezza -
18 Ottobre 2017

I soci e le socie di L'Arte del Vivere con Lentezza si ritrovano mensilmente per riflettere, meditare e confrontarsi sui propri percorsi. A turno due dei nostri volontari stanno partendo per seguire il progetto India e poi sotto Natale si dedicheranno alla raccolta fondi per sostenerlo.

Meditazione di ottobre - Vivere con Lentezza -
8 Ottobre 2017

I soci e le socie di L'Arte del Vivere con Lentezza si ritrovano mensilmente per riflettere, meditare e confrontarsi sui propri percorsi. A ottobre terremo l'ultimo incontro 2017, poi i nostri volontari partono per seguire il progetto India.

Una scuola in cammino: splendida iniziativa del Liceo Morin di Mestre - Vivere con Lentezza -
1 Ottobre 2017

“Il camminare presuppone che ad ogni passo il mondo cambi in qualche suo aspetto e pure che qualcosa cambi in noi” (Italo Calvino) Prendendo spunto da queste parole il Liceo Morin di Mestre organizza una camminata aperta a studenti, genitori, insegnanti e collaboratori.

Alla scoperta delle persone del nostro territorio: Giorgia, enologa della Cantina di Vicobarone - Vivere con Lentezza -
15 Settembre 2017

Che cosa ha fatto decidere Giorgia Brugnara, formatasi alla San Michele all'Adige, a lasciare le sue montagne e un'azienda come la Cesarini Sforza di Trento, per venire in Val Tidone e diventare l'enologa della Cantina di Vicobarone?